venerdì 25 gennaio 2019

Napoli, 25/01/2019

il magistrato Paolo Ferraro

Poche ore fa ho ricevuto una telefonata dal magistrato Paolo Ferraro, il quale  mi ha informato di una assurda novità, incredibile ma gravissima. 
Nel corso di un processetto artefatto per diffamazione inesistente, da fatti  dimostrati con prove documentali e dirette, risalente al 2011,  quasi prescritto, un giudice della AREA  in MD, cui appartengono magistrati oggetto specifico di denunce e corredate da prove dirette pubbliche, si è inventata una "perizia", bloccando la già inutile istruttoria dibattimentale, nella quale sono stati immessi solo atti di parte,  e sono stati pretermessi testimoni mentre il nostro non è stato formalmente sentito.
La perizia incompatibile con la natura dei fatti (opinione,  informazione e prove pubbliche) e con la figura del magistrato, sulla cui dispensa per "fantomatica" inettitudine pendono ricorso in CdS ricorso a TAR e istanza di revoca al CSM, nientepopò di meno sarebbe stata data "sulla incapacità di intendere e volere e sulla pericolosità" di Paolo Ferraro (perseguitato per fatti ormai NOTORI).  CI RIPROVANO ma questa volta la hanno fatta grossa. 
Spieghiamo meglio :  la perizia stata INVENTATA nel  processetto inseminato nel remoto 2011 mediante  una quereluccia artefatta per diffamazione (reato punibile con multa), per fatti propalati pubblicamente in costanza di interesse pubblico e generale, diritto alla informazione, consenso dell'avente diritto, e di legittima difesa e stato di necessità, destinati NECESSARIAMENTE AD ASSOLUZIONE ED IN IMMINENTE PRESCRIZIONE.

In più la perizia è di per sé un fatto straordinario e la perizia, a fronte di un processo per inconsistente mera diffamazione sulle opinioni e prove propalate, è un non senso, eversivo di cardini portanti dello Stato di diritto. 

Incaricato della perizia ?! UN TENENTE COLONNELLO medaglia di bronzo NATO e nella RISERVA SPECIALE MILITARE e per nove anni operativo nell'Ospedale Militare Celio in perfetta e totale incompatibilità visto che si parla di Paolo Ferraro e a monte di fatti e prove video audio note riconducibili alla Cecchignola  etc etc ..
IL NOSTRO COMMENTO ?! Insomma si configura veramente una   ROTTURA dell’ORDINAMENTO, da parte di un regime corrotto che, segretamente, ci ha espropriato della nostra sovranità e che Ferraro ci ha svelato con le sue denunce e prove, venendo  estromesso per questo dalle sue funzioni ad opera di  una cupola massonica che comanda rigidamente il resto della magistratura.
§§§§§§§
Queste alcune delle prove audio video  pubbliche ...

           

LA MACCHINAZIONE The plot UNA BANALE TRAPPOLA INFERNALE" : IL VIDEO CHE CHIUDE LA TRATTAZIONE DEL CASO PAOLO FERRARO E DELLA GRANDEDISCOVERY

L'immane lavoro di Paolo Ferraro  è sistematizzato  nell'ISO-DVD "IL FILO DEL MAGISTRATO E IL LABIRINTO SENZA PIU' SEGRETI" mediante  un sistema multimediale integrato di video audio documenti analisi e preziose contestualizzazioni  in distribuzione gratuita aggiornata al 31 ottobre 2018 (anche) mediante
e vengono alternativamente messe  a  disposizione  PER SCARICARE IL DVD-ISO nella ultima versione
TRE CARTELLE DEFINITIVE su MEGA
https://mega.nz/#F!WLwiGSwT!rNH2LiSH9-jYv05vcXub8A
https://mega.nz/#F!Tn5VSKSD!2B305uDaO6RqucEZ8kJajg

Cartella con video selezionati siti OFF LINR e DVD su MEGA
https://mega.nz/#F!xVpDUQKL!_unumyVabGlj8i7U9XRvZw

e SETTE CARTELLE DEFINTIVE PER DOWNLOAD DVD su MEDIAFIRE
▪http://www.mediafire.com/folder/a0qmzqp71dvft/ISO-DVD
▪http://www.mediafire.com/folder/27nl66cus95c2/DVD
▪http://www.mediafire.com/folder/93m4txzk38o08/DVD
▪http://www.mediafire.com/folder/8p0jbcwr9v1hl/ISO-DVD
▪http://www.mediafire.com/folder/yxlyqz4oexb5v/DVD
▪http://www.mediafire.com/folder/h2kjl3uz2f6h5/DVD
▪http://www.mediafire.com/folder/qmh4xol9upqyc/DVD-ISO

Cartella con video selezionati siti OFF LINE e DVD su MEDIAFIRE
▪http://www.mediafire.com/folder/1eoakcy9cxqfh/DVD_BLOGS_OFF_LINE_THE_LAST_VIDEO

Non lasciamo solo un combattente che il sistema è intenzionato a distruggere…

mercoledì 16 gennaio 2019
Napoli, 16/01/2019

Cosa è un paradosso?

Con conoscenza scolastica, un paradosso, dal greco παρά (contro) e δόξα (opinione), è, genericamente, la descrizione di un fatto che contraddice l'opinione comune o l'esperienza quotidiana, riuscendo perciò sorprendente, straordinaria o bizzarra; più precisamente, in senso logico-linguistico, indica sia un ragionamento che appare invalido, ma che deve essere accettato, sia un ragionamento che appare corretto, ma che porta a una contraddizione.



crocifissione, scena dal film  “Passion” di Mel Gibson, il più realistico mai realizzato, la cui proiezione ha causato delle conversioni
 
Il paradosso più eclatante della storia umana a cui possa pensare è il Cristo venuto per salvarci, per indicare una via di redenzione, di pace, di ri-umanizzazione di una società degradata come quella ebraica del suo tempo, dedita ad una visione del mondo piena di odio (ricordo che il sionismo, corrente sotterranea, politica, dell’ebraismo, anche se ad esso erroneamente assimilata, promana dal monte Sion la cui radice “senà” indica “odio universale” per chiunque non sia sionista), ci ha persino offerto il suo sangue per redimerci ed è stato appeso con tre chiodi, fino alla morte.



 
schiavo della propaganda, paria moderno
Noi ora viviamo schiacciati da un lavoro alienante (ovviamente, chi ha la “fortuna” di averlo), svolto in condizioni sfavorevoli (a parte quelli che hanno “altri” metodi per ricevere “favori”) ed anche chi, come me, vorrebbe contribuire al miglioramento (ed, a volte, ci riesce), viene trattato da paria.

Ma non ci sono solo dei paradossi semplici, a volte essi si incrociano, si complicano sovrapponendosi.

 
  
la cacciata dal consesso CTR

Ad esempio, io sto vivendo un rigetto da parte dei cosiddetti “fascisti dello zoccolo duro” (sono degli anziani signori che non producono da anni pensieri, parole, scritti né azioni in favore della società ma essi, addirittura, si autodefiniscono pomposamente “Cavalieri della Tavola Rotonda”) i quali mi hanno ghettizzato in un’assordante solitudine perché secondo loro non sono abbastanza “unitarista”, come se l’Italia fosse stata veramente unita in questi 159 anni che ci separano dal cosiddetto “risorgimento” che ha degradato il territorio che apparteneva al Regno delle Due Sicilie (terza potenza mondiale, dopo Inghilterra e Francia) a colonia interna di un’italietta che arranca in nona posizione dopo il Brasile (sic!).

E poi, ignoranti di tante cose, ma in particolare del signoraggio, in odio a me, hanno addirittura parlato male di Giacinto Auriti, loro che non sanno niente della sovranità popolare della moneta e che non valgono nemmeno la scheggia dell’unghia del dito mignolo del piede sinistro di Auriti…

duosiciliani allontanano il socialista nazionale
 
Ma il paradosso non si ferma qui: gli amici duosiciliani mi hanno allontanato dal Parlamento Due Sicilie – Parlamento del Sud perché mi sono presentato alle ultime elezioni con MS-FT quindi sono incompatibile con le istanze di autonomia del Sud-Meridione, due termini che non mi piacciono perché chi si trova tra il Garigliano ed il mare NON è sud né meridione di nessuno. Al limite, siamo Ausonia… Ed abbiamo anche gli strumenti giuridici per fare in poco tempo un’autonomia forte, che ci svincolerebbe sia dal debito pubblico sia dal signoraggio:

1)    Statuto del Regno delle Due Sicilie (1848, mai abrogato, in cui si recita “in mancanza del Re, per grave malattia o morte, il popolo ne prende il posto, attraverso i suoi rappresentanti regolarmente eletti”)

2)    Statuto speciale della regioni Sicilia (1948, in cui è prevista persino l’emissione di moneta locale, come ha fatto qualche tempo addietro la regione Sicilia, emettendo il “grano”, una delle suddivisioni del ducato delle due sicilie)

3)    Convenzione internazionale di New York (1966) sull’autodeterminazione dei popoli, per la quale una nazione che ha uno stato ed un territorio, deve aiutare le nazioni che essa ospita sul proprio territorio a costituirsi in stato autonomo

4)    Legge 881/1977 con cui lo stato italiano ha aderito alla convenzione del 1966

Ma non ci sono ancora i duosiciliani con abbastanza attributi per impugnare con forza questi strumenti…


l’amico/a del cuore che ti volta le spalle

 

E, infine, ma non ultimo, l’amicizia negletta. Già, l’amicizia è una cosa difficile ma il paradosso dell’amicizia di un uomo con una donna, che ancora adesso sembra essere, in pieno inizio del terzo millennio, una cosa molto complicata da sostenere, può diventare una tragedia.

Lo ammetto: ho fatto un grande sbaglio.

Credevo che l’amico/a fosse qualcuno che puoi chiamare ad orari impossibili, che puoi assillare se ti senti depresso, a cui puoi confidare tutto di te, che puoi andare a trovare a casa senza avvisare, a cui puoi chiedere aiuto per qualunque cosa (anche se non può darti altro che qualche parola di conforto), che aiuti se puoi (anche se non ti viene chiesto) al meglio che riesci ad esprimere.

Credevo, quando mi sono sentito un po’ perso, di essere in credito (per essere stato, per anni, sempre disponibile ad aiutare) di una parola da vicino, di poter fare almeno una telefonata di pochi minuti, di poter inviare un messaggino, ma non è stato così.

Chi credevo amico/a mi ha sdegnosamente chiuso ogni contatto, trattandomi pure come fossi un pericoloso stalker, io che ho una grande considerazione della maggior parte degli altri (in particolare dell’altra metà del cielo), io che credevo questa persona un angelo caduto in terra ed ora questo/a dispensa attenzioni, sorrisi, baci e abbracci anche a personaggi scialbi, che magari hanno una cattiva opinione di ogni altro (in particolare delle donne) ed, addirittura, gli/le attribuiscono una pessima reputazione. Mi punisce col silenzio sdegnato, con una faccia scura, o con rimproveri aspri, anche brutte parole.

Ma va bene così: ogni mortificazione mi avvicina al povero Cristo, mi dà una dignità, una forza, una sicurezza che non credevo di poter raggiungere.

E poi devo arrendermi: quel che cade a terra raramente sarà un angelo bianco, ma può facilmente essere qualcosa di greve colore, maleodorante, insomma, uno/a strxxxo/a! 

Ma verrà il momento di ridere di tutti/e questi/e straccioni/e, ah! se verrà, e delle punizioni che Dio infliggerà loro, per mia soddisfazione, così prego ora per un sonno sereno, prima di addormentarmi…

Non so se qualcuno approverà, o mi toglierà il saluto, se qualcuno penserà che sono folle o malato, o ancora se utilizzerà queste strambe riflessioni per colpirmi peggio di quanto sia successo finora o per trovare una spiegazione ardita ai suoi stessi dubbi, m era una cosa che dovevo scrivere sul questo diario, che è rimasto il mio unico vero amico fedele, spassionato e disinteressato…

AlexFocus
mercoledì 26 dicembre 2018


Napoli, 26/12/2018

nuvole minacciose
Guerra climatica, minaccia ambientale
Ultimamente non sto proprio scrivendo una riga ma, in compenso, sto girando in salotti con il mio portatilino col quale proietto, sul televisore del compiacente anfritione di turno, il filmato su “Scie chimiche - La guerra segreta: geoingegneria clandestina” realizzato dagli infaticabili fratelli Marcianò e dall’ottimo gruppo di TankerEnemy.

Antonio Raschi interpellato da Bruno Vespa a Porta a porta, 06/11/2018
Questo problema sta cominciando ad essere meno sconosciuto dopo la trasmissione di “Porta a Porta” del 06 novembre 2018 in cui, a domanda del conuttore Bruno Vespa (su cosa sta succedendo con il tempo meteorologico, visti i danni provocati da venti a 190 all’ora su ampie aree boschive e strade a fine ottobre), replica Antonio Raschi, direttore dell’istituto di bio-meteorologia (che io non sapevo nemmeno esistere) della sede CNR di Firenze.
In poche decine di secondi (puoi vedere il brevissimo video ad esempio qui) Raschi risponde con alcune affermazioni due delle quali sono sconvolgenti: prima
in Italia siamo più esposti ai cambiamenti climatici perche NOI SIAMO TROPPI e LE RISORSE SONO POCHE” e poi “siamo al centro di un ESPERIMENTO PLANETARIO per il CAMBIAMENTO del CLIMA dei cui effeti a lungo termine non sappiamo niente”.
Ovviamente, nei giorni seguenti si sono susseguite le smentiteda parte di Raschi che sarà stato sottoposto ad una pressione inimmaginabile da parte dei suoi referenti, ma ormai il segreto di stato è stato svelato, anche snon in tutta la sua devastante pericolosità per il popolo.


la bomba meteorologica americana è più potente dell'atomica
Vi sono collegamenti tra scie chimiche e HAARP (il sistema per lo sconvolgimento climatico, i terremoti artificiali, la psicotronica, etc.) il vero e proprio sistema d'arma la cui potenza è superiore di 340 volte alla bomba di Hiroshima), un apparato a radiofrequenza che usa gli specchi ionosferici realizzati con questi aerosol (sparsi a 2-3'000 metri di altezza) per tutta una serie di scopi militari e di genocidio della razza umana. I piani sono stati descritti in documenti vari tra cui segnalo “Il tempo meteorologico come moltiplicatore della forza [militare]: possedere il cima entro il 2025 e poi la traduzione che ho fatto io personalmente (su questo blog) del brevetto HAARP, la più potente arma di distruzione di massa mai realizzata.


OGM e Glifosato della Monsanto, veleno a lenta azione
Ma non finisce qui: la dispersione di grandi quantità di alluminio, quando questo ricade inevitabilmente al suolo, provoca la morte dei batteri che rendo fertile la terra e, quindi, il disseccamento delle piante autoctone che NON riescono più ad attecchire. Le uniche piante che possono vivere in questi terreni devastati sono gli OGM tossici della Monsanto, che poi sono irrorati con il terribile diserbante glifosato, cancerogeno acclarato.

Invasione programmata
Immigrazione incontrollata, come da piano Kalergi.
Molti cosiddetti di "sinistra" (termine ambiguo che uso con molta riluttanza, così come mi capita con "destra") sono dei benestanti borghesi che hanno intorno degli immigrati che gli fanno da badanti, da collaboratori familiari, da commessi, etc. Quindi che si comportano in modo perfettamente accettabile. Ma questi borghesi vivono anche in quartieri dove NON è  presente la feccia suburbana (disoccupata, violenta, drogata, etc.) con la quale è costretta a convivere il resto della popolazione NON privilegiata. Un po' come quella duchessa francese alla quale dissero "il popolo ha fame" e lei rispose "allora mangino brioches". Ovviamente questi borghesi "progressisti" (che poi è un altro termine ambiguo, privo di significato concreto) hanno ereditato quei tic ideologici che credevano di combattere a 20 anni. E, come diceva Jean-Francois Revel, "l'ideologia è quella brutta bestia che pensa al posto tuo"… ed in base a questa ideologia è stato purtroppo approvato il Global Compact for Migration il stabilisce che non possiamo ribellarci all’invasione programmata dai massonici organismi sovranazionali (anche perché il famigerato art. 75 cost. ci impedisce di mettere in discussione i trattati internazionali)




le fake news dei padroni del discorso (TV bugiarda)
I padroni del discorso e l’ipocrisia antisemita
Ancora oggi, dopo secoli, anzi millenni, dall'inizio della vera e propria guerra che gli odiatori del mondo portano avanti, molti non sono nemmeno consapevoli di essere immersi in un conflitto.
Qual è il conflitto? 
Partiamo da uno dei fronti più subdoli ma più potenti di questo confronto: La logomachia. Il significato di tale termine è "guerra delle parole" ed è significativo che i criminali universali si siano impossessati dei mezzi di dis-informazione di massa fino a diventare i "padroni del discorso".
Essi hanno fatto in modo da confondere tra loro termini come "ebreo" (seguace di un credo religioso), "semita" (individuo appartenente all'etnia diffusa nel Medioriente), "giudeo" (persona con certi indirizzi culturali, usi e costumi) ed infine "sionista" (seguace del programma pilitico derivato dalla radice ebraica "sená" cioè "odio contro chiunque non sia sionista").
In questo un avviso importante sono stati "I protocolli dei savi anziani si Sion" il cui unico difetto è mescolare i vari termini suddetti in un unico calderone dal quale è difficile capire la sostanza se non si sostituisce in ogni descrizione di soggetto "odiatore" la parola "ebreo" con quella "sionista". Questo perché, ovviamente, anche gli stessi ebrei NON sionisti sono stati (e sono ancor oggi) bersaglio dei sionisti, in quanto i sinceri religiosi (come in qualunque REALE religione) sono portatori di un messaggio di pace, fratellanza, uguaglianza che va in contrasto col progetto sionista di schiavizzazione di tutti i popoli della Terra.
Il problema è che chi manovra le prostitute della stampa (i cosiddetti giornalisti) riesce a creare una cortina nebbiosa così fitta che la maggior parte delle persone non è in grado di distinguere la propaganda (che ci invete continuamente dalla TV e dai “giornaloni”) dall’informazione che ci illumina raramente (nei cosiddetti siti complottisti). A questo proposito ricordo un’interessante intervista fatta quasi 5 anni fa dal coraggioso Claudio Messora di ByoBlu a Marcello Foa su come i media influenzano le persone.


mappa delle basi NATO
Siamo un Paese occupato militarmente, pur millantando libertà e sovranità che non abbiamo
Non molti sanno che, il 03 settembre del 1943 (cioè cinque giorni prima del tradimento, chiamato “armistizio”, dichiarato da Badoglio) furono stretti tra il CLN-AI (Comitato Nazionale di Liberazione Alta Italia) ed il QG delle truppe anglo-assassine, pardon, anglo-americane. Questi accordi furono trasformati negli accordi sempre segreti di Parigi del 1947 e ne abbiamo avuto notizia perché alcuni parlamentari europei di Lega e M5S hanno cominciato a domandare perché dobbiamo subire delle conddizioni così gravose. La risposta degli euroburocrati è stata “in base all’aticolo tale o talaltro dei Trattati di Parigi” ma non li hanno fatti nemmeno vedere ai nostri europarlamentari. Tra l’altro in Italia vi sono circa 120 basi palesi e 20 nascoste (anche se la mappa è vecchia e ne mostra solo 113) per le quali noi paghiamo una cifra oscillante tra i 72 ed i 100 MILIONI di EURO al GIORNO (che fanno la bellezza di circa tra 26,28 e 36,5 MILIARDI all’ANNO!) poi ci vengono a prendere in giro dicendo che non ci sono soldi per il reddito minimo di cittadinanza. Finchè non ci libereremo dell’occupazione esercitata dai “liberatori” (e che ci rende di fatto una colonia dei despoti americani) non avrà molto senso parlare dei “valori” da difendere.        

uno degli innumereboli cumuli di immondizia stockati a Taverna del Re (tra Caserta e Napoli)
si notino le enormi dimensioni del cumulo rispetto alle auto in sosta...
L’immondizia non è UN problema ma LA soluzione
I nostri govrenanti si stanno quasi prendendo a botte, sull’argomento trattamento dei rifiuti a causa del dilemme “inceneritori sì, inceneritori no” cone se non esistessero altri metodi rispettosi dell’ambiente per trattare un argomento molto semplice (basta volerlo)…
Allora ho preso la penna (elettronica) ed ho scritto a tre persone che dovrebberio loro indicare a me, cioè Sergio Costa (ministro ambiente e tutela del territorio e del mare), Roberto Fico (pres. Camera, campano) e Luigi De Magistris (sindaco di Napoli), segnalando AttritorMill, un sistema realizzato dall’ottimo Mario Reale in collaborazione con istituti di ricerca come il CNR, l’università di Camerino, la Sapienza di Roma, l’Università d’Abruzzo che ne hanno certificato ogni aspetto.
Questo sistema fondamentalmente è un mulino ad attrito che riesce a separare le materie prime seconde dall’indifferenziata in modo sielzioso, sterile, a basso costo di impianto e di esercizio, senza emissioni nocive e senza consumo di suolo.
Speriamo che qualcuno nel governo abbia un minimo di capacità cognitiva…




Il signoraggio problema dei problemi nascosti
Il signoraggio bancario, cioè il crimine di consentire al soggetto che crea i soldi ANCHE il compito di prestare  quei soldi con interesse, è il motivo per cui non solo c’è restirione monetaria (il cosiddetto “credit crunch” cioè le banche NON prestano sodi a chi ne ha bisogno nel momento peggiore). Qui potete trovare un contributo di Giacinto Auriti, il il meritorio personaggio (insieme ad Ezra Pound) che per primo ha denunciato il signoraggio.
Per uscire dalla morsa dello strozzino (ruolo che, per noi italiani ed europei, è svolto dalla BCE di Mario Draghi) è sufficiente emetter emoneta sovrana che può essere stampata senza consegnare debito (sotto forma di titoli di stato) nelle mani dei grassi banchieri. Ma per far capire questo agli italiani ce ne vuole ancora molto.


Confronto tra la Cina di Xi JinPing e la Francia di Emmanuel
Macron
Gli ultimatum geopolitici
Come qualcuno sa, la Francia (il suo governo) si sta comportando da bieco sfruttatore economico: con il suo CFA (il franco coloniale africano) strangola letteralmente 14 nazioni del continente nero, trattenendo il 50% dei loro investimenti (anche quando avvegono direttamente tra l’una e l’altra di quelle nazioni). In tal modo, il paese di Macron sotrae a quei paesi fino a 500 miliardi di euro all’anno (ma per quei popoli tale cifra vale molto di più) e poi sottrae anche risorse: ad esempio, il Niger da tutto l’uranio per le centrali francesi ma poi il 95% dei nigeriani non ha la corrente elettrica.
Ma ora le cose stanno cambiando ad una velocità impressionante perché il paese del sol levante sta investendo molto in Africa, pertanto la Cina ha dato un ultimatum alla Francia: se te ne vai con le buone dall’Africa entro 5 anni (cioè prima del 2024), bene. Se no, dopo ci penserà il dragone a cacciare i galletti dal continente nero…

tra la Russia di Putin ed Israele di Netanyahu ultimatum reciproci
Come se non bastasse, Israele ha abbatturo (i bugiardi per abitudine dicono “per errore” sic!) un aereo russo IL-20 con 15 persone di equipaggio (ovviamente tutti deceduti), l’aereo spia con il quale Vladimir Putin controlla la no-fly zone della Siria. Non solo: il folle Benjamin “Bibi” Netanyahu si è permesso, quando sono arrivate le forti, ovvie proteste dei diplomatici russi, di dare un ultimatum direttamente a Putin sul probabile attacco delle forse israeliane ai confini della Siria contro le postazioni iraniane che la difendono. Allora lo zar ha chiamato una delegazione sionista per spiegazioni, che non gli sono piaciute, ed ha quindi dato un avvertimento ai folli che spadroneggiano nel paese della stella di Davide: “se non saranno violate le regole internazionali da parte dell’Iran o della Siria, non saranno ammesse intromissioni o addirittura aggressioni nei confronti di questi paesi da chicchessia, compresi USA ed Israele, e potrebbero esservi risposte militari devastanti”. Sion e zio Sam sono avvisati…

Ovviamente di problemi ce ne sono tanti ma secondo me quelli che ho citato sono abbastanza rilevanti. Se qualcuno ha bisogno di confrontarsi con me, può lasciare un commento, oppure telefonare direttamente al 338.81.52.862.
Buone cose a tutte/i
AlexFocus

Post più popolari

Blog Archive

Lettori fissi

Powered by Blogger.