domenica 29 dicembre 2013


Napoli, 29/12/2013

Bruno Vespa
Questo post nasce da una mia indignazione a seguito della lettura, sebbene in ritardo, di un’autorecensione di Bruno Vespa (su Panorama n. 47 del 13 novembre scorso) a riguardo della sua ultima fatica letteraria, edita da Mondadori.

Ma anche dalla proposta di scrivere qualche articolo (su temi a cui tengo) da parte di un amico, Elia Menta, che è il titolare di un blog seguitissimo e pieno di contenuti affascinanti, esposti in una prospettiva originale, http://perchiunquehacompreso.blogspot.it/ ). Infatti proprio per questo attira i troll (cioè quelli che confutano le tesi, anche le più documentate, per idiozia / ignoranza oppure per un preciso scopo denigratorio) più coriacei.


Oscar Luigi Scalfaro
Come nasce e si manifesta l’indignazione?
A volte mi son posto la domanda perché molte persone si sbigottiscono del mio approccio brutale a certi fatti, parole (ricordo anche che l’inazione ed il silenzio hanno un significato, ma ne parlerò dopo).
Mi rimproverano di essere un estremista, poco moderato, violento (almeno verbalmente), intollerante, di farmi nemici gratuitamente: insomma di non essere, come loro, capace di fare buon viso a cattivo gioco, di non saper manovrare i tasti dell’ipocrisia, della menzogna, di non voler abbracciare il nemico più stretto di un amico (in modo machiavellico). Insomma, mi dovrò rassegnare a non diventare un “principe”…
Vincenzo Parisi
Eppure quando leggo cose come i resoconti delle giornate successive alle tre bombe del 28 luglio 1993, esplose a Milano (in via Palestro) che fece 5 vittime ed a Roma (una che distrusse parte della chiesa di S. Giorgio al Velabro e l’altra che mandò in rovina un’ala della cattedrale di s. Giovanni in Laterano), non riesco a trattenere un moto di collera.
 

Vespa racconta di essersi recato sui luoghi degli attentati con solo tre persone: il papa Giovanni Paolo II, il presidente dela Repubblica, Oscar Luigi Scalfaro ed il capo della polizia, Vincenzo Parisi.
Ormai dimessosi dalla direzione del TG1 ma ancora con lo spirito da cronista Vespa chiese a Parisi un’idea sulle bombe (se sono, cioè come le altre che avevano insanguinato l’Italia nei cosiddetti “anni di piombo” cioè quelli che vanno dai '70 agli inizi degli anni '80 del XX secolo) e questo gli risponde: “Magari! Quelle stabilizzavano. Queste mi preoccupano di più”. 

il “divo” Giulio Andreotti

Ovviamente il Vespa si gelò, al pensiero dei manovratori di fili “esplosivi” (ma non lo denunciò sui giornali) e ne raccontò anni dopo a Giulio Andreotti e Francesco Cossiga: il primo, nello stile spietato ed omertoso dei ras demo(no)cristiani negò che ci fosse stato un “disegno stragista concepito o tollerato dallo Stato” mentre il secondo disse “che le bombe degli anni di piombo stabilizzavano da un lato perché mettevano sotto accusa la destra, dall’altro spaventavano la sinistra, la quale aveva una paura infondata di un sovvertimento attuato dalle forse armate, ma l’unico colpo di stato verificatosi in Italia fu l’ordine del re Vittorio Emanuele di arrestare Benito Mussolini
il “picconatore” Francesco Cossiga


  Ebbene il nostro “eroe mediatico” che vende milini di libri ha parlato pubblicamente (in TV) di questo episodio solo il 23 maggio di quest’anno quindi è stato convocato da quattro gatti di magistrati, della razza ”in perenne ricerca dei riflettori midiatici”: dopo 20 anni a che serve se non a meterci in guardia dai figli e nipoti di quella brutta figliata di “aghi della bilancia”: non dimentichiamo che due cosiddetti “enfant prodige” degli ultimi tempi sono Enrico Letta e Matteo Renzi senza lasciare fuori dal mazzo dei “fiori del male” Angelino Alfano.




una “brava triade”, il globalista Enrico Letta, l’asino rosso Matteo Renzi, il demo(no)cristo Angelino Alfano: tutti pronti a suonarci come un tamburo, come i bravi di don Abbondio
 

vota e fai votare Alì Babà con
“solo” 40 ladroni
Poche settimane or sono (in occasione dell’ennesima morte da dissesto idrogeologico, in Sardegna), ascoltai una dichiarazione di esperti tributari i quali affermarono che i fondi stanziati dal 1946 ad oggi (attualizzando le lire in euro) ammontano a circa 881 miliardi di euro ma di questo sono stati finora spesi solo 4 miliardi cioè meno dello 0,5%. Il resto si è “perso” in fiumi carisici, è stato “distolto” dal suo scopo per finire in corruzione, tangenti, regalie, appropriazioni indebite: è il potere, bellezza. Ogni volta che qualche nostalgico parla dei tempi della DC, sospirando che “quelli sì che erano uomini”, io non posso fare a meno di aggredire
verbalmente il “nostalgico” DC con la chiosa “Sì, erano uomini di m..da! E chi non lo giura con la mano destra alzata è peggio di loro…”


tra poco, soluzione: l’esorcista
E questa è gente che, pur di mantenre il potere (cioè le mani nel borsellino delle nostre altissime tasse), non si fa scrupoli di rischiare la vita.
La nostra, però.
Tra poche settimane vedremo quel che saranno capaci di combinare, magari anche grazie alla repressione
poliziesca attuata dalla EuroGendFor, la forza di gendarmeria europea che, in base al trattato di Velsen, sostituirà carabinieri e polizia, rispondendo non a prefetti, magistrati, sindaci ma ad organismi bancari, che non hanno alcun interesse che nelle nostre mani, cioè di noi persone comuni, possa tornare la sovranità popolare.
A tal punto non ci resta (per liberarci da tali demoni) che sperare nella religione, anzi, in un buon esorcismo.


venerdì 27 dicembre 2013


Proprietà del numero 65


Simbolismo

·         Rappresenta l'incarnazione che ostacola l'azione provvidenziale e tende a lottare, erroneamente, contro le determinazioni karmiche, secondo R. Allendy.

Generale

·         E’  65 anni dopo la crocifissione di Gesù Cristo che l'apostolo Giovanni fu arrestato dall'imperatore Domiziano, scortato a Roma, e gettato in un’enorme giara di olio bollente dalla quale venne fuori incolume. [di questo esiste testimanianza storica nelle tavolette di argilla con le quali si ordinava la costruzione di “una grande pentola per cuocere un gran pesce” e gli artigiani che la realizzarono, come pure i cortigiani dell’imperatore, si davano di gomito ridacchiando per l’ipocrisia, pichè tutti sapevano che sarebbe servita per il martirio di Giovanni; ma l’imperatore ebbe una brutta sorpresa, infatti Domiziano, terrorizzato dal prodigio, non osò più toccare Giovanni, ma lo fece esiliare nella sperduta isoletta greca di Pathmos, sulla quale l’apostolo ebbe le visioni che compongono l’Apocalisse; Giovanni, morto poi a 104 anni, non faceva altro che ripetere quel comandamento ricevuto da Gesù nell’ultima cena, “Amatevi l’un l’altro, da fratelli, come ho fatto io con voi” ed ai discepoli che gli chiedevano degli altri comandamenti, egli rispondeva “Se faceste davvero questo, null’altro sarebbe necessario.” N.d.A.]
·         E’ il numero totale dei satelliti che gravitano intorno ai nove pianeti noti del nostro sistema solare.
·         Fra alcuni popoli 65 anni è l'età del pensionamento.
·         Il quadrato magico del 65 usa i primi 25 numeri:

11
24
7
20
3
4
12
25
8

16

17

5
13
21
9
10
18
1
14
22
23
6
19
2
15

·         L’elemento chimico di numero atomico 65 è il Terbio (simbolo Tb). Esso è un metallo grigio-argentato che si trova nel gruppo dei Lantanidi o terre rare; si può tagliare con un coltello poichè è malleabile, duttile e tenero. Essendo stabile all'aria, si presenta in due forme cristalline e la temperatura di transizione tra esse è di 1289 °C. Il terbio si usa per drogare il fluoruro di calcio, il tungstato di calcio ed il molibdato di stronzio, che sono usati nella realizzazione di transistor ed altri componenti elettronici. Assieme all'ossido di zirconio funziona da stabilizzante delle celle a combustibile che operano ad alta temperatura. Esso si usa in leghe metalliche ed il suo ossido si impiega per la preparazione dei fosfori verdi delle lampade a fluorescenza e degli schermi televisivi. Inoltre il borato di terbio e sodio emette luce laser alla frequenza di 546 nm [usando la relazione λf=c, con c=velocità della luce, circa 300'000'000 m/sec, si ottiene per una λ di 546 nm = 0,000000546 m, una f = 549’450’549’450’549 Hz = 549*10**12 Hz].

 

Gematria

·         Valore numerico di "adonai," parola ebraica che indica l'Eterno od il Signore.

Ricorrenze

·         Il numero 65 è usato 3 volte nella Bibbia.
·         La parola “carità” è usata 65 volte nella Bibbia.
martedì 24 dicembre 2013


Napoli, 24/12/2013

Rieccomi dopo un bel periodo sabbatico: non è che non ho fatto ninte, ma sono stato impegnato per la nuova edizione di Leonida che potrebbe partire già dalle prime settimane di Gennaio 2014, con una sigla nuova (potnete e senza problemi di copyright), con un simbolo dei valori ritenuti importanti per il gruppo che anima la trasmissione, per il bene comune.

Per quanto riguarda gli aspetti internazionali, non c’è nulla che gli USA ed i suoi vassalli, la Germania di Angela Merkel in testa, si facciano mancare per ribadire la voglia di imperialismo globale.

Ad inizio agosto 2013 il principe Bandar bin-Sultan (capo dell’intelligence saudita) aveva prima cercato di blandire Vladimir Putin con un’offerta di aprire commesse per circa 15 miliardi di dollari e la mancata concorrenza con il gas ed il petrolio russi, se solo il leader russo si fosse “voltato” dall’altra parte mentre i terroristi sauditi, qatarioti, sudanesi etc. (travestiti da “ribelli siriani”) costruivano la false flag della “insurrezione patriottica” i cui aderenti, dopo aver commesso massacri anche con armi chimiche (come nella cittadina di Adra, dove cristiani sono stati decapitati sulla base di una precisa lista e come a Damasco, dove sono stati gasati degli ostaggi, catturati dai terroristi che assalgono la Siria da più di un anno).

Tutto ciò in preparazione del previsto intervento “umanitario” con cui i paesi occidentali (premi Nobel per la Pace sprecati) avrebbero bombardato “pacificamente” la Siria per raddrizzare i “crimini” commessi da Bashar al-Assad.
Ma Putin non ha abbozzato, anzi ha manndato a quel “posto” sia l’Arabia Saudita sia l’America ed Israele, con i loro teoremi deliranti; la ritorzione non si è fatta attendere: bin Sultan ha minacciato di turbare i Giochi invernali di Sochi (febbraio 2014) con terrorismo ceceno (ha detto “sono nostri emissari”), quel Barachino di Obama non parteciperà e nemmeno esponenti di governo, anzi ha inviato nella squadra olimpica due gay dichiarate (ben sapendo che la Russia li espellerà non appena faranno propaganda omosessuale), ed anche la Kanzlerin ha dichiarato che non andrà.

La Russia, in risposta al dispiegamento di missili in Polonia, ha messo dei begli SS-20 sul PROPRIO territorio nazionale , di fronte ai “buoni” missili occidentali e l’abbronzato Obama si è risentito, dicendo che quei missili dell’ “impero del bene” servivano a proteggere l’Europa dall’Iran.
Ed i nostri eurocrati se la sono bevuta, fino all’ultima goccia.. e la vorrebbero far ingoiare anche a noi euroschiavi…

Intanto Putin ha dichiarato che, in caso di attacco terroristico a Sochi, per prima cosa raderà al suolo l’Arabia Saudita, a pertire dai palazzi del governo.
Poi ha trasformato Damasco in una trappola mortale per i terroristi, che sono stati abbandonati dagli USA (tipico atteggiamento dei traditori, che ti usano e poi ti gettano, come un fazzolettino sporco). Non solo, ha fornito l’Iran con dispositivi elettronici sofisticatissimi con i quali gli ajatollah sono stati in grado di catturare i droni USA, insomma una debacle per l’America…

P.S.: Ieri 23/12/2013 la FED (Federal Reserve bank), una delle tentacolari organizzazioni criminali più spietate, violente, subdole e sanguinarie del mondo intero, ha “festeggiato” i cento anni dalla ri-fondazione, avvenuta con un colpo di mano porporio mentre la maggior parte dei deputati e sentori USA erano a casa per le festività natalizie, mentre i pochi rimasti erano quelli che erano stati pesantemente minacciati o sovvenzionati dal cartello bancario che faceva (e fa ancora) parte del consigli di amministrazione della FED:
·        Banca Rothschild di Londra
·        Banca Warburg di Amburgo
·        Banca Rothschild di Berlino
·        Lehman Brothers di New York
·        Lazard Brothers di Parigi
·        Banca Kuhln Loeb di New York
·        Banche Israel Moses Seif in Italia
·        Goldman, Sachs di New York
·        Banca Warburg di Amsterdam
·        Chase Manhattam Bank di New York

La mia speranza per il nuovo anno è che cadano finalmente le ipocrisie, che si dica che il re è nudo, che il nuovo ordine mondiale sta perdendo pezzi, che stiamo invvertendo la rotta, non più verso il baratro.

Post più popolari

Blog Archive

Lettori fissi

Powered by Blogger.