lunedì 30 gennaio 2012

Totò, principe de Curtis

Napoli, 30/01/2012



Non farò un panegirico per commemorare un gerontocrate bigotto, corrotto e vigliacco: i tre aggettivi non sono casuali ma affondano in tre episodi della sua dis-onorata esistenza.
Il primo, risalente agli anni giovanili (1950) quando in un ristorante schiaffeggiò una signora perché, secondo lui, scollacciata, quindi fu prima sfidato a duello dal padre e dal marito di lei (entrambi ufficiali dell’aeronautica) ma non si presentò e fu amnistiato tre anni dopo (per effetto del DPR 922/53) dalla querela intentatagli, per poi essere definitivamente bollato da Totò (principe de Curtis) come “bigotto codardo” sulle pagine dell’Avanti!. (si veda a tale proposito l'ampia carrellata sull’azione politica ed umana dello Scalfaro, da parte del prof. Pietro Melis al link http://pietromelis.blogspot.com/2012/01/scalfaro-fu-il-peggiore-ma-dopo.html )

Moro rapito dalle cosiddette "Brigate Rosse"
 Nel 1977 fu tra i firmatari, insieme a Mariotto Segni, Severino Citaristi, Giuseppe Zamberletti, Bartolo Ciccardini ed un altro centinaio di esponenti democristiani, di un documento con il quale si chiedeva al partito di abbandonare la linea politica portata avanti dal segretario Benigno Zaccagnini e di chiudere, contrariamente alla linea intrapresa (e che andava in direzione del cosiddetto "compromesso storico"), qualsiasi apertura nei confronti del Partito Comunista Italiano; i "Cento", come furono chiamati dalla stampa, diedero vita alla corrente "Proposta", che intendeva "garantire ai suoi aderenti di essere rappresentati negli organi del partito e del governo". Quindi la sua linea era contraria a quella di Aldo Moro, infatti non disse una parola per salvare il “compagno di partito” dalla sua sorte quando questi fu rapito dall sedicenti “Brigate Rosse” (che stavano facendo un “favore” ai delinquenti euro atlantici i quali avevano minacciato di morte Moro, attraverso Henry Kissinger, per le sue aperture a "sinistra").

intasca mazzette



Inoltre fu ministro degli interni dall'83 all'87 nei due governi Craxi: in quel periodo percepiva circa 100 milioni al mese dal servizio segreto civile come finanziamento in nero per il partito DC ma di tale somma sicuramente intascava una buona parte. Poi, durante il suo settennato (il 3 novembre 1993) da presidentucolo della repubblichetta delle banane, a reti unificate pronunciò il famoso “Non ci sto!” relativamente all’arresto di Riccardo Malpica, l’ex potente direttore dei servizi segreti del Sisde. Non diede mai spiegazioni sui soldi che aveva ricevuto non si sa a quale titolo, soldi nostri.
soldi rubati
Ed io gli dovrei tributare rispettoso commiato? Ma fatemi il piacere…


Alex Focus
lunedì 23 gennaio 2012

Napoli, 23/01/2012

Ecco analizzato un altro numero importante. Anche per esso vi sono riferimenti alla “cabala”, quelli religiosi (molti) e quelli generali.
L’ispirazione di creare la serie in italiano mi venne trovando le pagine (inglesi e francesi) del sito http://pages.globetrotter.net/sdesr/nu1.htm (ora non più attivo) ma non sono in grado di fornire divinazione…). Wikipedia ancora non tratta diffusamente i numeri, poi chissà …

Spero che abbiate delle ragioni per considerare questo 2012 un buon anno, io non ve ne posso dare perché vedo indicatori negativi. Nel frattempo il disastro “teoricamente impossibile” del Concordia sembra sempre più uno psicodramma simbolico di qualche altra cosa, per questo vi segnalo l’ottimo articolo di Luogo Comune.net


http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3918

che argomenta molte delle perplessità che mi erano sorte e che la cornaca ufficiale (naturalmente…) non ha nemmeno sfiorato

Proprietà del numero 9
________________________________________

Simbolismo

•    Numero della pazienza, della meditazione.
•    Numero dell'armonia, rappresenta l'ispirazione e la perfezione delle idee.
•    E’ l'espressione del "potere dello Spirito Santo" secondo Ricardo Horacio Etchegoyen.
•    Simboleggia la pienezza di talenti, la ricompensa delle prove.
•    Simbolo della creazione e della vita come un ritmo ed uno sviluppo.
•    Come prodotto di 3 x 3, è l'espressione della perfezione, il simbolo del potere virile, in più è associato alla coppia.
•    Nove è il numero dell’uno che compie la volontà divina. Secondo la Cabala, è anche il numero del risultato.
•    I frammassoni ne hanno fatto il numero eterno dell’immortalità umana.
•    Essendo l’ultimo numero semplice, è il numero del completamento o della rifinitura; è perciò il più complesso, quello che marca la piena illuminazione delle serie numeriche.
•    Questo numero è stato considerato sacro in Egitto ed in Grecia.
•    Numero dell'uomo, come simbolo numerale della sua gestazione (nove mesi).
•    Numero che simboleggia le cose notturne e terrestri, per gli aztechi.
•    Numero della gerarchia, rappresentata dai nove cori dei Angeli.
•    Rappresenta le tre manifestazioni divine nei tre piani: mondo dello spirito, mondo dell'anima, mondo della materia, e ciò fornisce una manifestazione tripla della Trinità (3 x 3).    
Simbolo della moltitudine, secondo Parmenide di Elea, riguarda le cose assolute ed è il simbolo della totalità dell’essenza umana.




•    Un numero favorevole, associato all’eternità.

Bibbia

•    Inchiodato sulla croce, Gesù Cristo spira alla nona ora.
•    Gesù appare nove volte ai suoi discepoli ed apostoli, dopo la sua risurrezione.

S. Paolo Apostolo
I nove doni spirituali di Dio enumerati da S. Paolo:
•    saggezza,
•    conoscenza,
•    fede,
•    dono di guarigione,
•    operare miracoli,
•    profezia,
•    distinzione degli spiriti,
•    parlare in diverse lingue
•    ed il dono di interpretarle.  (1 Co 12,4-11)









•    San Paolo enumera anche nove frutti dello Spirito:
        o    amore,
        o    gioia,
        o    pace,
        o    pazienza,
        o    gentilezza,
        o    bontà,
        o    fiducia,
        o    gentilezza e
        o    auto-controllo.  (Ga 5,22)

•    Gesù Ben di Sira (o Siracide) dice nell'Ecclesiatico (da non confondere con Ecclesiaste, detto anche Qoelet): “Ci sono nove cose che posso pensare mi rendano felice, ed una decima che si trova ora sulla mia lingua.” (Si 25,7)
•    Il letto di Og, re di Bashan, incarnazione del diavolo, era lungo nove cubiti [cubito ebraico = circa a 44,45 cm cioè circa 18 pollici, quindi il letto era lungo circa 4 mt].  (Dt 3,11)
•    Hoshea, figlio di Elah, divenne re di Israele in Samaria, e regnò per nove anni.  (2 K 17,1)

Generale

•    La pratica dei primi nove venerdì e sabato del mese, chiesta da Gesù: il primo per onorare il suo Cuore Sacro ed il secondo come una venerazione per sua Madre. Sabato è dedicato davvero alla Vergine Maria per commemorare i suoi dolori e le sue pene, tra la morte di Gesù e la sua risurrezione, momento doloroso che è durato il tutto giorno senza avere la visione di suo Figlio.
•    I nove Cori dei Angeli:
     o    Serafini, angeli di amore e luce;
     o    Cherubini, angeli di saggezza ed intelligenza;
     o    Troni, angeli di forza e vita;
     o    Dominazioni, angeli di libertà;
     o    Principati, angeli di eternità e memoria;
     o    Poteri, angeli di santità;
     o    Virtù, angeli di umiltà;
     o    Arcangeli, hanno per attributo la giustizia;
     o    Angeli ordinari, a quale attribuiamo l'innocenza.
•    I nove giorni di ritiro e preghiere in una novena sono fonti di grazie divine.
•    Nelle rivelazioni ricevute da Mary Jane Even degli Stati Uniti, il Signore dice che ci sono nove gradi di preghiere. I primi quattro sono:
     o    la preghiera vocale,
     o    la meditazione,
     o    la preghiera emotiva e
     o    la contemplazione innata.
Gli ultimi cinque sono tipi di preghiera mistica:
     o    la contemplazione innata,
     o    la preghiera silente,
     o    la preghiera di unione,
     o    la preghiera di unione in conformità, e la più mistica è
     o    la preghiera di unione nella trasformazione.
•    Jacques Paquette fa riferimento, nel suo libro "Apocalisse: profezie sulla fine di tempi", a nove regni associando il 4° all'impero Romano (19 secoli fa); la Rivelazione di Giovanni ne parla nel capitolo 2, verso 40. Il nono impero universale, chiamato anche Regno dei Mille Anni, corrisponde alla Nuova Gerusalemme della Rivelazione.
•    Dio ha sparso molte grazie straordinarie sulla Vergine Maria i nove giorni precedenti l'Annunciazione, secondo le visioni di Maria Agreda.
•    Dopo la morte di un Papa, celebriamo messe per il riposo della sua anima durante nove giorni, con nove assoluzioni.
•    Nove era il nome della montagna sacra del Sole, per gli antichi egiziani.
•    Alcuni popoli credevano che il Cielo fosse diviso in nove livelli celesti. Era il caso dei buddisti ed anche per gli ultimi adoratori di Mithra.
•    I nove piani del cielo cinese. La sala del trono imperiale è stata separata da nove cancelli dal resto del palazzo ed il libro degli Annali, chiamato Chou-king, espone la "Scienza sublime" in nove regole. Inoltre i Cinesi si prostravano 9 volte di fronte al loro imperatore.
•    C'erano nove cancelli che separavano il recinto sacro (il Santo dei Santi) di alcune tradizioni religiose, dal resto dello spazio, che era considerato profano.

Deucalione, il Noé greco, veleggiò per 9 giorni sul vascello che aveva costruito su comando degli dei [Il Male aveva reso gli uomini atei, crudeli, guerrafondai quindi Zeus li annegò tutti con un Diluvio, meno Deucalione, l'unico principe onesto, giusto e religioso e la sua sposa Pirra, l'unica donna savia e virtuosa. Quindi Zeus li mise su una barca e, dopo nove giorni, la barca approdò sulla vetta del Parnaso: qui la coppia finalmente scese a terra. Deucalione e Pirra camminarono tra desolazione e rovine, finchè giunsero ad una valle in cui  c’era un tempio, l'oracolo di Temi, dea della giustizia che fu da essi consultata, dando l’enigmatica risposta: "Uscite dal tempio e gettate dietro le vostre spalle le ossa della Gran Madre". Dopo lunga meditazione Deucalione capì: la Gran Madre era la terra, le sue ossa erano le pietre; quindi la coppia gettò pietre dietro le proprie spalle. Quelle scagliate da Deucalione divennero uomini e quelle gettate da Pirra, diventarono donne. Così la Terra si ripopolò. Tratto da http://grandidasempre.forumcommunity.net/?t=44678595 ]

  • Per Esiodo la Terra era separata dal Cielo da una distanza di nove giorni e nove notti, ed anche dall'inferno da nove giorni e notti.

•    I nove livelli dell'inferno di Dante Alighieri.
•    I nove nodi del bambù per i taoisti.
•    I nove dentelli dell’asse di betulla su cui era imperniato il mondo per le tribù Siberiane.
•    Le nove aperture dell'uomo per Islam.
•    I nove stadi che dovrebbero traversare le anime degli Aztechi per raggiungere il riposo eterno. Essi contavano anche nove mondi sotterranei.
•    Il nove era il numero chiave di insegnamento per i filosofi materialistici indù nella scuola Vaiceshika.
•    E’ il periodo di anni durante il quale la voce di Dio è sentita da una persona se questa persona non ha ben capito una delle sue lezioni di vita.

     Le 9 ragazze di Belenos, figura mitica del druidismo [l’immagine a lato rappresenta un sole alato che domina due serpenti intrecciati tra loro e ricorda il dio Cernunnos]:
o    Ogia - verginità,
o    Glania - purezza,
o    Karantia - carità,
o    Uxellia - nobiltà,
o    Viriona - verità,
o    Aventia - onestà,
o    Dagia - bontà,
o    Lania - pienezza, e
o    Lovania - gioia.


•    Il nove si trova spesso nelle superstizioni, come per esempio, nove grani di sale indicano cattiva sorte. E se qualcuno vuole sposarsi nell'anno salterà nove volte su di un fuoco di S. Giovanni o salterà su nove fuochi diversi. La tradizione vuole che l'affogato torni alla superficie dell'acqua dopo nove giorni.
•    Il quadrato magico che usa i primi nove numeri è associato al pianeta Saturno ed ha per somma 15. Talvolta è chiamato anche il "quadrato di Salomone":
4    9    2
3    5    7
8    1    6


•    Nella mitologia dei Greci: le nove notti di amore di Zeus; i nove giorni e nove notti che Leto soffre quando partorisce; le nove ragazze figlie di Zeus e Mnemosyne, chiamate Muse, che governavano le arti liberali:


    





 Calliope [colei che ha bella voce, la Poesia epica, con un libro  o con lo stilo e le tavolette di cera;]

Clio [colei che rende celebri, la Storia, seduta e con una pergamena in mano oppure in piedi con una tromba ed un libro]




  Erato [che provoca desiderio, la Poesia amorosa (ed il Canto), in piedi, seduta o sdraiata con la lira;]   








Euterpe [colei che rallegra, la Poesia lirica (e la Musica), con un flauto o con due;]






 
 Melpomene [colei che canta, la Tragedia, con una maschera, una spada ed il bastone di Eracle (Ercole);]   








Polymna [quella dai molti inni, il Mimo, senza alcun oggetto, inventrice dell’Agricoltura;]









Talia [o Thalia, quella festiva, la Commedia (e la Satira), con una maschera, una ghirlanda d'edera o di alloro ed un bastone o che si nasconde con un velo]   








Tersicore [o Terpsichore, che si diletta nella danza, la Danza, con plettro e lira;]





   








Urania [la celeste, l'Astronomia (e la Geometria), con un bastone od un dito puntato al cielo e con un globo terrestre ed un compasso.]
















              
Dall'alto in basso: i nove giorni di ansia di Cerere (Demetra, per i greci), dea delle messi che è andata in giro per il mondo in cerca di sua figlia Persefone (Proserpina, per i romani, dea della vegetazione primaverile) rapita da Efesto (Vulcano per i romani), per conto di Plutone (Ade, per i greci) il dio scuro degli Inferi;

    


la tradizione vuole che Minosse, nella sua caverna, impiegò nove anni per ricevere le leggi di Giove; una leggenda dice anche che Minosse aveva, ogni nove anni, un incontro con Giove, dopo del quale gli era possibile profetare.







   







Ogni nove anni Atena (Minerva, per i romani) spediva, nell'isola di Creta, sette giovani uomini e sette giovani ragazze per sacrificarli ivi al Minotauro. Questo finchè l’eroe Teseo non penetrò nel labirinto e lo uccise (potendo fare ritorno grazie alla guida del filo di Arianna).










•    Ci sono nove "Dharma", libri che costituiscono la Bibbia del Nepal.
•    L’Orfismo definisce nove aspetti simbolici dell'universo divisi in 3 triadi:
     o    la notte,
     o    il cielo ed il
     o    tempo;

     o    l'etere,
     o    la luce e
     o    le stelle;

     o    il sole,
     o    la luna e
     o    la natura.

•    Il 9 era il monogramma sacro della dea della Luna, "Bolon Tiku" del Maya.
•    Il "Jin-Hoang" del "Kieou-teou" divide la terra in nove parti, e nove fratelli dello stesso nome condividono l'impero del mondo.
•    Nel Brahminismo, Vishnù si incarna in nove avatar sacrificandosi per la salvezza degli uomini.
•    Nell'agricoltura biodinamica il ciclo completo per la preparazione del composto dura nove mesi.
•    La lingua include, grammaticalmente, nove parti:
     o    il verbo,
     o    il nome,
     o    l'aggettivo,
     o    il participio,
     o    la congiunzione,
     o    l'articolo,
     o    il pronome,
     o    la preposizione ed
     o    l'avverbio - interiezione a parte.
•    I nove pianeti scoperti nel nostro sistema solare, sono in ordine partendo dal Sole:
     o    Mercurio,
     o    Venere,
     o    Terra,
     o    Marte,
     o    Giove,
     o    Saturno,
     o    Urano,
     o    Nettuno,
     o    Plutone.
  • Recentemente un decimo pianeta (in realtà è un grosso asteroide con sigla 2010TK7 che ci fa compagnia da circa 10'000 anni e che, forse, ci lascerà tra non molto) è stato scoperto oltre Plutone.

René Allendy parla delle curiose proprietà aritmetiche del nove che gli danno un carattere molto particolare a causa dell'uso del nostro sistema in notazione decimale. In un altro sistema di notazione numerica tali proprietà cesserebbero esistere:      •    la differenza tra un numero generico ed il numero formato dall'inversione delle sue cifre è sempre un multiplo di 9 - esempio: tra 26 e 62, la differenza è 36, multiplo di 9;
     •    i multipli di 9 sono composti sempre di cifre la cui somma (una volta ridotta) è uguale a 9; il prodotto 123456789 x 9 dà 9 volte la cifra 1 nella risposta (1111111101).

   


Riguardo a quest’ultima proprietà, Elisabeth Haich cita i seguenti calcoli:
0 x 9 + 1 = 1
1 x 9 + 2 = 11
12 x 9 + 3 = 111
123 x 9 + 4 = 1111
1234 x 9 + 5 = 11111
12345 x 9 + 6 = 111111
123456 x 9 + 7 = 1111111
1234567 x 9 + 8 = 11111111
12345678 x 9+ 9= 111111111
123456789 x 9+ 10= 1111111111


•    La Guerra di Troia è durata nove anni.
•    Anniversario di matrimonio: nozze di ceramica o di terracotta.

Ricorrenze

•    Il numero 9 è usato 50 volte nella Bibbia.
•    I numeri 150, 30'000 e 100'000 sono usati 9 volte nella Bibbia.
•    Il numero 9 è usato tre volte nel Corano.  (Corano XVII, 103; XVIII, 24 e XXVII, 49)
•    Il verbo “lodare” è usato 9 volte nel NT, incluso 7 volte nel Vangelo di Luca. Per 9 volte la Bibbia si riferisce alla “Legge di Dio” come ad un tomo dei Libri delle Cronache. L’espressione “Padrone-di-tutto” è usata 9 volte nella Bibbia.

Saluti a tutti i miei 3 lettori (eh, sì alcuni dei precedenti 6 vanno fuori Italia a lavorare... non regge la scusa, vero?)
Alex Focus

martedì 17 gennaio 2012

Napoli, 17/01/2012

Un amico mi ha segnalato sul link http://www.darkmoon.me/2012/lamerica-segnata-a-cura-di-paul-craig-roberts/

Bradley Manning, prima

l’articolo di Paul Graig Roberts, che nasce come economista e vice segretario al Tesoro USA ma, più importante, è un intellettuale che da tanto tempo è sul fronte dei diritti umani, autore di coraggiose denunce, ispirate da una cultura controcorrente rispetto al conformismo inchinato della maggior parte dei giornalisti e di coloro che, pur di mettersi in mostra e guardare al proprio tornaconto, fanno funzionare più la lingua che la coscienza.

In questo pezzo Roberts traccia un ritratto impietoso, crudo, senza
Manning dopo la tortura
appello per il regime stunitense: il suo stesso popolo minacciato se si ribella alle ingiustizie, se denuncia i crimini di guerra, se chiede il rispetto delle leggi anche a quelli che

dovrebbero emanarle, proteggerle, applicarle e che riceve, come premio, incarcerazione senza avvocati, in regime duro, senza limiti temporali, senza “habeas corpus”.
Gli Stati Uniti, una volta gloriosi, in cui un soldato che ha denunciato un grave crimine di guerra, Bradley Manning (quello che ha passato i file a Julian Assange, il patron di WikiLeaks), come era suo preciso dovere, ora è sottoposto a tortura, come se fosse uno dei criminali che lui ha denunciato ed è ridotto in condizioni infime.

Il problema non è tanto e non solo pratico ma culturale: quando un popolo accetta, permette che i suoi soldati, per ordine dei loro capi politici e militari, usino la tortura per opprimere coloro che si ribellano all’invasione ingiustificata, alla guerra indiscriminata contro i civili (i morti non in armi sono chiamati eufemisticamente “perdite collaterali”) allora quel popolo mette le basi per la propria fine e, per giunta, con le proprie, stesse mani.
Cultura USA di morte
Quella stessa cultura di tortura e di morte, praticata sicuramente con alterigia durante la presidenza Bush e, pur in modo leggermente dissimulato ma ampiamente, anche dal cosiddetto “democrat” Obama. Sotto la cui “guida illuminata” si sta compiendo il massacro del bene maggiore di cui disponeva, finora, il popolo americano: la libertà…

Alex Focus
giovedì 12 gennaio 2012

Napoli, 12/01/2012



Vi prego di diffondere questo invito a quanti riteniate opportuno, tra le persone (serie) che conoscete: moglio pochi ma buoni...
Ed anche se non potrete partecipare, è importante che sappiate che qualcosa di forte, di imponente si sta muovendo nel Sud, nella nostra Nazione (perchè tale era considerata dalle altre entità imperiali come Germania, Russia, Francia, Spagna, Austria, etc.), qualcosa che potrebbe anche salvare l'intera Italia, strappandola al dominio delle forze oscure che l'hanno relegata nel novero delle nazioni minori, ed ancor peggio hanno fatto con noi, figli della Magna Grecia, abitatori di un territorio ricco, salubre, avanzato ed industrializzato, trasformandoci da orgogliosi cittadini duosiciliani in "meridionali" (diventati un "problema" con la famosa "Questione Meridionale" sinonimo di sottosviluppo, criminalità, disoccupazione, abbandono del territorio) o, con dizione ancor più dispregiativa, in "terroni" che evoca una pletora di villici ignoranti, sporchi, volgari e violenti "per natura" e persino la nostra lingua (che unificava le regioni sotto il Tevere) è stata degradata a "dialetto".
Allora se sentite dentro montare la ribellione ad una predestinazione immeritata, ad un marchio d'infamia ingiusto, ad una condanna preventiva e senza appello, ad una "damnatio memorie" del passato, innegabile, immortale splendore borbonico, QUESTO è il momento di rialzare la testa, di gonfiare il torace, guardare dritto negli occhi i nostri dileggiatori e gridargli:
"Viva il Re! (quello vero, illuminato, non di facciata, che amava, proteggeva e rispettava i suoi sudditi)
Viva la Nobiltà! (quella vera, interiore, che formava la classe dirigente di una struttura ben organizzata e metteva le proprie qualità a servizio del Regno, non quella generata dai semplici lombi)
Viva il Popolo! (quello vero, che non si arrese ai sanguinari sabaudi e non si arrenderà di fronte al tirannico invasore che ci tiene sotto il tallone da più di 67 anni, anche se travestito da democrazia occidentale)"
Vi abbraccio
AlexFocus

Mappa Libreria Guida, v. Merliani

Luogo dell'incontro:
Libreria Guida 2 Srl. - Via Giovanni Merliani, 118-120, 80129 Napoli
081 556 0170 ‎ • guida.it

Data-Orario: Sabato 14 Gennaio 2012, 17:00

Raggiungibilità:

Auto: da Autostrada A1 Mi-Na, imboccare la tangenziale ed uscire al Vomero (vi sono diversi parcheggi a pagamento nelle vicinanze, entro 300 mt, scarsi quelli gratuiti)

Treno: dalla Stazione Centrale (p.za Garibaldi) prendere la metro 2 poi vi sono diverse alternative:

alternativa 1: lasciare la metro 2 a p.za Cavour quindi prendere la metro 1 fino a p.za Vanvitelli o p.za 4 giornate (sono equidistanti dalla libreria, circa 300 mt dalla libreria)

alternativa 2: (è la più rapida): lasciare la metro 2 a Montesanto quindi prendere la funicolare fino a v. Morghen (circa 400mt dalla libreria)

alternativa 3: (se ci si trova a v. Toledo, p.tta Augusteo): con la funicolare centrale fino a p.za Fuga (circa 350 mt dalla libreria)

alternativa 4: (se ci si trova a c.so Vittorio Emanuele, p.co Margherita):  con la funicolare del corso fino a v. Cimarosa (300 mt da Guida)


Programma:
"Quando il Sud si sveglierà"
La Storia, le storie. L'identità e la tradizione. L'indipendenza e la sovranità politica e monetaria, la difesa del territorio, della lingua, della cultura, dell'economia e del lavoro.

Presentazione:
•    della rivista "L'Alfiere"
•    del XX Congresso Tradizionalist delle Fedelissima Città di Gaeta

Interverranno:
•    Massimo CIMMINO (notaio, ricercatore, storico)
•    Pietro GOLIA (giornalista, editore di ControCorrente)
•    Gaetano MARABELLO (scrittore
•    Enzo AMATO (scrittore, musicologo)
•    Fernando RICCARDI (giornalista)
•    Francesco Maurizio DI GIOVINE (scrittore)
•    Edoardo VITALE (magistrato, direttore de L'Alfiere)
martedì 3 gennaio 2012

Napoli, 03/01/2012

Meno male che c’è Mitt, un vero risparmiatore!
Infatti Mitt Romney, uno dei candidati repubblicani alle elezioni presidenziali degli Stati Uniti d’America nella sfida contro Barack Obama, intervistato dalla Stampa a poche ore dalle primarie nello Iowa, ha affermato:

Se sarò eletto Presidente degli USA, ci metterò SOLO 5 minuti per far uscire la NATO fora dai vostri ball … (e non stiamo parlando di danza!)

Democrazia portata a fare un giro del mondo
"L'Europa deve salvarsi da sola. Gli Stati Uniti non daranno un soldo per risolvere la sua crisi. L'Europa si è cacciata in questo guaio con le sue mani, e con le sue mani deve uscirne. La Germania, la Francia, l'Italia, hanno tutte le risorse per pagare i loro debiti, risolvere la crisi di fiducia, investire e tornare a crescere, possibilmente attraverso una vera economia di mercato. Gli Stati Uniti devono pensare alla propria crisi, e non daranno un dollaro per la salvezza dell'Europa".
I sondaggi per favorito il candidato mormone che precede di poco Ron Paul, il candidato “invisibile”. O quasi…

Questo vuol dire che c’è una speranza di libertà per l’Italia e per l’Europa, finalmente ci sottrarremo all’occupazione USA tramite NATO, un’invasione che dura da 67 anni ormai, una presenza costosa (anche per noi), asfissiante, inquinante (non solo politicamente ma anche dal punto di vista ambientale, non dimentichiamo che ci sono numerosi ordigni nucleari sul suolo italico), umiliante e, soprattutto, ormai inutile…

Initile almeno a soddisfare il motivo dichiarato per cui era stata costruita... Il patto NATO (North Atlantic Treathy Organization, Organizzazione del Trattato Atlantico del Nord) era sorto per contrapporsi al Patto di Varsavia (l’URSS, Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche ed i paesi cosiddetti “satelliti” Ungheria, Polonia, Cecoslovacchia, Bulgaria, Jugoslavia, Lituania, Estonia, Lettonia, Slovenia). Nel 1991 (ben 20 anni fa!) il Patto si sciolse poco dopo la caduta del Muro di Berlino, alcune delle nazioni più grandi che la componevano (Jugoslavia, Cecoslovacchia) si sono scisse in più regioni, la Russia di recente è antrata persino nel WTO, consacrazione della “comunità internazionale” (cioè dei sionisti e dei loro sodali)… che cosa si vuole di più?

Forse il vero motivo per cui ci dobbiamo tenere in casa militari armati di tutto punto è un altro?  Magari ha a che fare con l’aspetto più disgustoso della globalizzazione, la colonizzazione senza contropartite che gli USA impongono (o cercano di imporre) agli altri, con le buone (raramente) o con le cattive (quasi sempre)?
Allora ha ragione il Proclama Italia (http://proclamaitalia.wordpress.com/ ) di Fancesco B. Mariantoni a chiedere con forza Libertà, Indipendenza, Sovranità e Autodeterminazione per l'Italia.Così potremo dichiarare il suolon nazionale “NATO Free Nation” o, meglio, “Nazione Libera da NATO ed UK-USraele”

Se credono davvero nella libertà, tanto da aver piantato una statua con questo nome (in realtà è la rappresentazione di Mithra, o Sol Invictus) all’ingresso di New York, che ci liberino di questa fastidiosa (e dispendiosa) presenza… Se impiegassero per gli aiuti umanitari un centesimo dei soldi che spendono per compiere distruzioni e genocidi, ne ricaverebbero migliaia di volte più vantaggi e non sarebbero odiati, disprezzati, maledetti.

Ma non credo che siano in grado di salvarsi autonomamente, dovranno essere spazzati via dal ritorno del Signore per credere, anche se sarà troppo tardi, per loro e per i loro complici… Facci un pensierino su, Mitt, visto che sei credente Mormone… o no?!
Alex Focus

Post più popolari

Blog Archive

Lettori fissi

Powered by Blogger.