lunedì 2 maggio 2011

Napoli, 02/05/2011

Siamo di nuovo soffocando nella becera retorica dei servi del potere, nei crimini di stato, nell’anti-cultura della sopraffazione e dell’inganno, nell’uso indiscriminato della violenza e dell’omicidio (sotto false spoglie di pace e giustizia), nel genocidio dei popoli sotto mentite spoglie delll’esportazione della democrazia, nel furto delle risorse nazionali contrabbandato da libero mercato, nella truffa azionaria delle borse alnglofone che ha caratterizzato la storia recente del nostro paese.

4 giugno 1944, i carri armati USA invadono Roma
 Solo un ristretto manipolo di intellettuali, da Renzo De Felice a Giampaolo Pansa, da Ezra Pound a Julius Evola, da Noam Chomsky a Giacinto Auriti, da Dante Alighieri a Jean-Francois Revel, George Orwell, last but not least Gesù Cristo, ha puntato ai valori veri (avvisando di fare attenzione ai falsi profeti, agli scribi ed ai farisei) ed alcuni coraggiosi internauti sul web come Effedieffe.com, LaNuovaEnergia, ComeDonChisciotte, PaoloFranceschetti.blog, fiorigialli.it, mentereale.com, AltraInformazione.it, disinformazione.it, stampalibera.com, Rinascita.eu, liberamentale.blog, saigon2k.altervista, multietnico.splinder.com, carmillaonline.com, nwo.it, informarmy.com, altravocedelsannio.webnode, fabio-vagnarelli.blog (chiedo venia per quelli che non ricordo…) hanno osato metter in discussione il dogma dell’America “democratica, benevola, altruista, migliore democrazia del mondo” ma sono stati messi nell’angolo quando non imprigionati, processati, condannati, ricoverati in manicomio, ridicolizzati dai servi del Nuovo Ordine Mondiale, un’oligarchia stegocratica, di stampo sionista-massonico che organizza riti satanici, che pratica il rapimento, la tortura, l’uccisione dei suoi avversari e poi persino la damnatio memorie.

Un esempio di realtà deformata: tanti si allarmano perché la centrale nipponica, lontana migliaia di km, ha uno stato prossimo alla fusione del nocciolo mentre abbiamo sotto il naso un numero imprecisato di sottomarini equipaggiati con reattori nucleari tanto obsoleti che non avrebbero alcun permesso di istallazione.
In Italia ci sono circa 113 basi USA, molte delle quali sul mare ma, in caso di necessità, tali unità possono approdare in qualunque porto con un preavviso minimo, bloccando di fatto qualsiasi attività civile.
Questo in base ad accordi segreti, stipulati tra le truppe di occupazione USA ed il CLN (Comitato di “Liberazione” Nazionale): tali accordi non sono mai stati sottoposti nemmeno alla Camera dei Deputati o dei Senatori ma solo ad alcuni membri del governo (di ogni governo finora insediatosi). Dove sono i tribuni sempre pronti alla crociata (solo politically correct, mi raccomando…) alla Travaglio, Santoro, Floris, Annunziata, Lerner, Scalfari, Mentana, e via elencando, quando sono messi in pericolo, calpestati, umiliati, falsati gli interessi (qualli veri) degli italiani?  

dominio USA = pericolo mortale

Una parola per tutto l’atteggiamento degli Americani nei nostri confronti: Cermis.
La pantomima orwelliana della ciciltà si spaccia, ancora una volta, per quel che non è…

AlexFocus

0 commenti:

Post più popolari

Blog Archive

Lettori fissi

Powered by Blogger.