lunedì 27 giugno 2011

Napoli 27/06/2011

Non solo aderisco perchè il Proclama esprime i miei sentimenti profondi ed espliciti ma anche perchè credo che l’iniziativa sia organicamente collegabile al Movimento 16G (link http://www.notizie.me/movimento-16g-16-06-11-roma-by-r-evolucion2010/ ) che fa riferimento alla manifestazione nazionale che si è svolta a Roma il 16 giugno 2011, concentramento a p.za Esedra e corteo fino a p.za del Popolo dove si è svolto un libero dibattito contro i furti delle Banche (dette “Banca Bassotti”), il cartello delle Assicurazioni (dette “ti assicuro la tua spremitura”) ed Equitalia (detta “Iniqui-Taglia”) .

Inoltre con un gruppo di volenterosi campani (giovani ma anche qualcuno di pelo “brizzolato”) stiamo cercando di organizzare un convegno culturale tra i cui temi ci sia anche “uscita dall’euro”, “ganasce ad Equitalia”, “creazione della Banca del Sud”, “blocco dei movimenti nazionali ed internazionali della finanza speculativa” che riprende messaggi forti e chiari lanciati anche da componenti del governo, come Umberto Bossi e Giulio Tremonti.

Tale convegno, se sapientemente capitalizzato, fornirà il lancio di una manifestazione nazionale che si spera possa avvenire contemporaneamente in tutti i 20 capoluoghi di regione in modo da essere forte, chiaro e comprensibile a tutti.
Magari sarà anche possibile, in tale sede, pretendere l’introduzione nel nostro ordinamento del Referendum Propositivo, di iniziativa popolare, per arrivare alla democrazia diretta.


Auguri a tutti noi da AlexFocus

Di seguito riproduco il Proclama

Proclama alla Nazione

Proclama alla Nazione:

Ora o mai più!

La prova provata che l’Italia, da 66 anni, non è (né può essere, né – nelle sue attuali condizioni – potrà mai diventarlo!) uno Stato indipendente e sovrano – e che il suo Governo (di destra, sinistra, centro… sarebbe la stessa cosa!), non è (né può essere) in grado di fare liberamente e degnamente gli interessi dei suoi amministrati (in quanto, oltre ad essere chiaramente in sottordine a quello degli USA, è invariabilmente ed incessantemente sotto ricatto ed autorità di Washington che tende puntualmente, arrogantemente e sfacciatamente ad intimargli cosa si debba o non si debba fare…) – l’abbiamo definitivamente avuta in concomitanza con la Crisi libica, tuttora in corso. Questo, nonostante l’Italia avesse un preciso e vincolante trattato di non aggresione e di cooperazione con la Libia, e che i nostri interessi politici, economici ed energetici consigliassero, quanto meno, di restare neutrali.
Tenuto conto di quanto sopra, e non potendo fare altrimenti, è pertanto indispensabile che, una volta per tutte, si possa fare chiarezza. E, per poterla realmente fare, è ugualmente vitale ed urgente che si possa – al di la delle idee di ciascuno e degli schieramenti ideologici, politici e partitici in cui ognuno si riconosce – tirare una precisa, indelebile ed invalicabile linea di demarcazione, tra tutti gli Italiani. Tra coloro, cioè, a cui, per un motivo o per un altro, sta bene la suddetta situazione, e quegli Italiani, invece, che tendono fermamente a rifiutarla, e vorrebbero, in qualche modo, rimetterla in discussione. 

Italia invasa dalle basi NATO (North Atlantic Treaty Organization)

Questa, dunque, da oggi, è la sola, possibile, linea di demarcazione:
1. chiunque, tra gli Italiani (di destra, di sinistra, di centro, di centro-destra, di centro-sinistra, di estrema destra o di estrema-sinistra), continuerà ad accettare il suddetto stato di flagrante ed umiliante sudditanza da Stati terzi (fosse pure, per banale ignoranza o noncuranza), sarà considerato un nemico (polemios/hostis) ed un traditore della nostra Patria;
2. chiunque altro (di destra, di sinistra, di centro, di centro-destra, di centro-sinistra, di estrema destra o di estrema-sinistra) tenderà, invece, a rifiutare il succitato stato di asservimento e di subordinazione, e vorrà, in qualche modo, riunirsi e lottare, per potere finalmente riuscire a liberare la nostra Patria Italia/Europa dalla colonizzazione politica, economica, culturale e militare che ci è stata subdolamente imposta negli ultimi 66 anni, sarà considerato un nostro amico (philos/amicus) ed un nostro alleato (etairos/sodalis).
Libertà, Indipendenza, Autodeterminazione e Sovranità politica,
economica, culturale e militare, per l’Italia, l’Europa
ed il resto dei Popoli-Nazione del mondo.
————————————————————————————–
SITI E BLOGS CHE HANNO GIA’ ADERITO A QUESTO PROCLAMA PER L’INDIPENDENZA NAZIONALE DEI POPOLI:
  1. http://clubtiberino.blogspot.com/
  2. http://www.corrierecaraibi.com/FIRME_AAmato_110324_Ora-o-mai-piu.htm
  3. http://1956controstoria.blogspot.com/
  4. http://pocobello.blogspot.com/2011/03/ora-o-mai-piu.html
  5. http://confederazionedipopolo.wordpress.com/
  6. http://www.mauriziobrugiatelli.it/
  7. http://byebyeunclesam.wordpress.com/2011/03/26/ora-o-mai-piu/
  8. http://intruso85.blogspot.com/2011/03/proclama-alla-nazione.html
  9. http://partitodelsud.blogspot.com/
  10. http://www.claudiomutti.com/
  11. http://coriintempesta.altervista.org/blog/proclama-alla-nazione-ora-o-mai-piu/
  12. http://www.giulianapoli.it/
  13. https://sites.google.com/site/albamediterranea1/home
  14. http://giovannacanzano.wordpress.com/
  15. http://convegnostoria.blogspot.com/p/convegno-storia.html
  16. http://kiriosomega.wordpress.com/
  17. http://1956controstoria.blogspot.com/
  18. http://associazioneculturalemiles211.blogspot.com/
  19. http://www.iperlogica.it/
  20. http://fncrsi.altervista.org/
  21. http://guaiaivinti.altervista.org/
  22. http://drusillaspeaking.blogspot.com/
  23. http://excaliburitalia.wordpress.com/2011/04/23/proclama-alla-nazione/
  24. http://www.ipharra.org/
  25. http://4realinf.wordpress.com/
  26. http://www.sindacatoculta.it/
  27. http://www.liberaopinione.net/wp/
  28. …   …   …
INVITIAMO COLORO CHE NEI COMMENTI HANNO DATO ADESIONE ALL’INIZIATIVA, E CHE GESTISCONO UN SITO WEB O UN BLOG, A PUBBLICARE QUESTO PROCLAMA, CON I LINK PER RAGGIUNGERLO E SOTTOSCRIVERLO (dandocene notizia qui nei commenti o presso proclamaitalia@gmail.com).
SOLO COSI’ RIUSCIREMO A PROGREDIRE NEL LAVORO DI COESIONE. GRAZIE.

0 commenti:

Post più popolari

Blog Archive

Lettori fissi

Powered by Blogger.