domenica 30 ottobre 2016


Napoli, 11/10/2016

Stamane ho ricevuto, via FB, il collegamento ad un film molto censurato, una delle prime scene riguardava il gioco del monopoly e le sue tre lezioni.

Monopoly

Un bambino gioca con la nonna a Monopoly ma perde tutto, sempre. La nonna consola il nipotino a volte con una caramella, un biscotto, un abbraccio, un bacio ma, spietata, gli chiede: “Hai capito la prima lezione del monopoly?”. Il bambino, scuotendo il capo, domanda quale sia e la nonna gli risponde: “Non devi mai vendere, solo comprare e non lasciare niente in mano agli altri giocatori”.

Il bambino allora trascorre tutta l’estate, giocando ogni giorno per molte ore e, quando ritorna dalla nonna, la sbaraglia. La nonna, compiaciuta, dice: “Vedo che hai imparato la prima lezione. Ed ora sai qual è la seconda?”.
Il bambino scuote la testa e la nonna domanda: “Cosa facciamo quando è finito il gioco? … Mettiamo ogni cosa a posto nella scatola perché nessun giocatore porta via con sè i pezzi. Ed anche quando noi non giochiamo più, altre persone verrrano a giocare con le stesse case, soldi, etc.”.
Il bambino comprende che sta parlando della morte, che non permette a nessuno di portar via i beni terreni.

Ma in seguito la nonna lo incalza e dice: “Poi hai capito la terza lezione del monopoly?”.
Il ragazzo, ormai non più bambino, scuote la testa, e la nonna gli dice (ricordandogli la propria gentilezza nei suoi confronti): “Quando si gioca, non è importante quanti soldi, case ed altro vinci, conta quel che di buono hai offerto agli altri, perché solo quel che doni non è mai perso”. 
__---------------_____-----------------------____________

A me, è piacuta, a voi non so...

0 commenti:

Post più popolari

Blog Archive

Lettori fissi

Powered by Blogger.