domenica 3 febbraio 2013


Napoli, 03/02/2013

Sono lieto di diffondere un invito del prof. Vincenzo Gulì (presidente del Parlamento delle Due Sicilie ® Parlamento del Sud ) per un evento che ha una portata non facilmente quantificabile ma di altissimo valore, specie per il momento attuale in cui verfichiamo la concomitanza di varie condizioni di peso:
·        una consultazione elettorale in cui i programmi dei 13 schieramenti sono più o meno TUTTI  aderenti, con poche, irrilevanti sfumature, alla famigerata “agenda Monti” cioè il programma massonico-sionista per lo smantellamento de lla residua sovranità popolare e di conseguente predazione della proprietà demaniali, dei beni pubblici, della riduzione degli europei in condizioni di paria, 550 milioni di servi della gleba  schiacciati da una tassazione ingiustificata (pure le recenti promesse di  Berlusconi ci lasciano freddi, ci poteva pensare come opposizione durante il governo dei golpisti Monti-Napolitano)
·        il Meridione è scomparso dai dibattiti, quindi a maggior ragione NESSUNO ci penserà dopo le consultazioni, chiunque esca dalle urne
·        persino le plutocrazie nel senso i “padroni” privati dell’euro e delle monete dei paesi cosiddetti “democratici” stanno sconfessando le politiche adottate da Monti (il loro “cameriere”) avvertendo che la tassazione è troppo alta (Christine Lagarde), che ci vuole il reddito di cittadinanza (Jean-Paul Juncker) e che il progetto del Nuovo Ordine Mondiale ha difficoltà ad avanzare per la crescita esponenziale di una nuova coscienza socio-politica, etico-morale (Brzezinsky)
·        qualcuno sta persino agitando lo spauracchio di una guerra simile a quella del 1914-’18 per meglio creare uno stato d’animo paralizzante nelle persone, che non ha alcun motivo concreto d’essere
·        molte imprese sono scomparse (circa 635’000), durante l’ultimo governo e  non ci sono segnali logici di ripresa, stante l’attuale pressione fiscale e la truffa del signoraggio, più attiva che mai (100'000 miliardi di euro ci sono stati rubati, 32 trilioni di dollari sono i soldi imboscati dai truffatori nei paradisi fiscali, 15'200 miliardi di euro gli utili NON tassati delle banche italiane il che significa un’EVASIONE degli istituti di credito per circa 4'180 miliardi di euro).

Ecco qualcuno degli argomenti che qualche persona per bene avrebbe dovuto trattare nei suoi programmi.
Di seguito riproduco l’invito del Presidente Gulì.

__---------------------___________----------------____________


Cari compatrioti duosiciliani,
            una nuova strada si apre per il riscatto degli eredi del glorioso Regno delle Due Sicilie. Un entusiasta ed entusiasmante monaco francescano
Fra Giggino da CAVA
ha indetto una riunione di persone e gruppi che tengono alla Patria dei loro antenati per
Domenica 10 Febbraio 2013 a Cava De’tirreni (SA)
nell’antico convento di S. Francesco e S. Antonio, nell’omonima piazza,
alle ore 10:00
per una giornata di incontri e dibattiti volti a
fondare un’organizzazione che operi fattivamente per la nostra rinascita.

Ricordo che la rivoluzione liberale (cioè MASSONICA) che travolse Napoli iniziò nel 1799 con la discesa di francesi e cispadani e si concluse nel 1861 con la colonizzazione sabauda. I nostri progenitori la ostacolarono in ogni occasione con ogni mezzo vincendo però solo la prima volta grazie a condizioni che si stanno per ricreare a Cava de’Tirreni.

Nel 1799 la Chiesa Cattolica assunse la guida dell’insurrezione popolare dando uno scopo comune ai sentimenti patriottici che si levavano da ogni dove e conducendoli ineluttabilmente alla vittoria nel glorioso 13 giugno, festa di S.Antonio. Adesso un religioso convinto e convincente vuole fare altrettanto. Questo non è il solito tentativo di mettere assieme meridionalisti perché i partecipanti del 10 febbraio procederanno secondo canoni già trionfanti nel passato e che è necessario solo adeguare al presente per vincere ancora.

 La giornata si articolerà con la Messa solenne iniziale con bandiere e inno borbonici, proseguirà con la presentazione generale del progetto ed un pranzo conviviale che aprirà una discussione conclusiva da cui nascerà il nuovo organismo immediatamente operativo per dimostrare la coerenza e la determinazione tra i convenuti.

E’ doveroso un cenno di adesione specialmente per prenotare il pranzo comune che abbisogna di un numero chiuso, alla posta elettronica coordinatore@parlamentoduesicilie.eu

Aspetto le risposte di tutti a breve, specialmente degli aderenti al legittimo Parlamento e dei Neo Borbonici Attivisti,  perché un’occasione come questa non si è MAI presentata ed ha nella sua novità tutta la sua potenza e la sua forza di attrazione. Posso rassicurare che faremo porre costantemente in primo piano il Regno delle Due Sicilie come nazione cui ci riferiamo, indipendentemente dai sentimenti politici e religiosi di ognuno, perché è bene incominciare da quello che ci unisce ed estenderlo assieme verso ogni possibile traguardo.
Un caloroso saluto,
Vincenzo Gulì, presidente [Parlamento Due Sicilie ® Parlamento Sud]

___----------------_______-----------------------__________________-------

Inoltre, di seguito, fornisco alcune indicazioni per raggiungere il luogo dell’incontro, ad esempio, partendo da Napoli.

Mappe

Percorsi suggeriti

  1. 57,8 km, 49 min
Nel traffico attuale: 50 min
A3
  1. 68,0 km, 58 min
Nel traffico attuale: 1 ora 6 min
A30
Indicazioni stradali per San Francesco e Sant'Antonio
Il percorso prevede il pagamento di pedaggi.
Questo percorso ha strade a traffico limitato o private.

Soccavo


1. Procedi in direzione est da Via Antonino Pio verso Via Privata Pacifico
Strada parzialmente a traffico limitato
130 m




2. Svolta a destra per rimanere su Via Antonino Pio
250 m




3. Prendi la seconda a sinistra in corrispondenza di Via Adriano
140 m




4. Svolta a sinistra e imbocca Via Nerva
350 m




5. Svolta a sinistra e imbocca Via Giustiniano
350 m




6. Alla rotonda prendi la 1a uscita e imbocca Via Epomeo
50 m




7. Prendi lo svincolo per Tangenziale/Vomero
650 m




8. Entra in Via Epomeo
450 m




9. Prendi lo svincolo per Tangenziale, Strada a pedaggio
550 m




10. Mantieni la destra al bivio, segui le indicazioni per Aeroporto Capodichino ed entra in Tangenziale/A56,  Strada a pedaggio
6,2 km




11. Prendi l'uscita 4-Corso Malta verso Centro Direzionale/SS162 dir/Pomigliano/Cercola/Na-Sa, Strada a pedaggio
350 m




12. Mantieni la destra al bivio, segui le indicazioni per Piste/Manuali ed entra in Corso Malta, Strada a pedaggio parziale
350 m




13. Svolta leggermente a destra e imbocca SS162dir
4,0 km




14. Prendi l'uscita Roma per entrare in A1/E45 verso Salerno/Reggio C./Porto Napoli
Strada a pedaggio
1,8 km




15. Continua su E45, Strada a pedaggio
1,0 km




16. Entra in A3, Strada a pedaggio
38,2 km

17. Prendi l'uscita Cava de' Tirreni, Strada a pedaggio
500 m




18. Alla rotonda prendi la 2a uscita e imbocca Corso Giuseppe Mazzini
100 m




19. Alla rotonda prendi la 1a uscita e imbocca SS18, Attraversa la rotonda
2,2 km




20. Alla rotonda prendi la 1a uscita e imbocca Corso Umberto I
72 m

21. Svolta a sinistra e imbocca Via Giovanni Canale
31 m





San Francesco e Sant'Antonio
Piazza San Francesco
84013 Cava De' Tirreni Salerno
 __----------------________-------------------_____

 Arrivederci a Cava!!

0 commenti:

Post più popolari

Blog Archive

Lettori fissi

Powered by Blogger.